Vai a sottomenu e altri contenuti

Certificato di Agibilità - Pratiche SUAP

Ai sensi degli articoli 24, 25 e 26 del d.P.R. 380/2001 - T.U. Edilizia, l'agibilità attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente. Il procedimento per l'ottenimento dell'agibilità è stato più volte modificato, fino alla formulazione vigente che, nella norma statale, è quella del Testo Unico dell'edilizia (D.Lgs. 380/2001), articoli 24-25-26. A seguito delle nuove disposizioni relative alla gestione del procedimento amministrativo, introdotte dalla L.R. 3/2008 e disciplinate dalla relativa Circolare Applicativa, la richiesta di rilascio del certificato di agibilità, prevista dall'art. 25 del Testo Unico per l'Edilizia, è sostituita da una dichiarazione con efficacia immediata. Essa viene resa nelle modalità e per i casi sottoindicati: 1- l'agibilità è sottoscritta obbligatoriamente dal direttore dei lavori, ai sensi del comma 27 della L.R. 3/2008, ogni qualvolta si è al termine di lavori di costruzione o modifica di un immobile, quindi a conclusione di un intervento edilizio; 2 - l'agibilità è sottoscritta dal proprietario, dall'esercente o da altro soggetto avente titolo, ai sensi del comma 26 della L.R. n° 3/2008, nel caso di immobili esistenti alla data di entrata in vigore della LR 3/2008 e privi di agibilità, sui quali non si è realizzato alcun intervento di modifica. I due casi sopra distinti non costituiscono due opzioni alternative fra le quali si può liberamente scegliere, ma costituiscono due fattispecie ben distinte, essendo applicabile ad ogni caso concreto una sola delle due possibilità. La dichiarazione dovrà comunque essere corredata da tutte le attestazioni e dalla documentazione prevista dal D.P.R. 380/2001 per il rilascio del certificato di agibilità, e segnatamente: 1. copia della dichiarazione presentata, o da inoltrare a cura del SUAP, per la iscrizione in catasto, comprensiva delle planimetrie catastali. In alternativa, può essere prodotta una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, redatta dal tecnico incaricato, nella quale si attesta l'avvenuta iscrizione al catasto dell'immobile, conformemente al progetto approvato ed alla sua reale configurazione, recante gli estremi necessari per il reperimento d'ufficio dei documenti ai sensi del D.P.R. 445/2000; 2. dichiarazione, sottoscritta dal direttore dei lavori o dall'interessato, di conformità dell'opera rispetto al progetto presentato; 3. dichiarazione, sottoscritta dal direttore dei lavori o dall'interessato, in ordine alla avvenuta prosciugatura dei muri e alla salubrità degli ambienti; 4. dichiarazione dell'impresa installatrice che attesta la conformità degli impianti installati alle prescrizioni di cui agli articoli 113 e 127 del D.P.R. 380/2001, nonché all'articolo 1 della L. 10/1991, ovvero certificato di collaudo degli stessi, ove previsto, ovvero ancora certificazione di conformità degli impianti prevista dagli articoli 111 e 126 del medesimo D.P.R. 380/2001; 5. certificato di collaudo statico, munito degli estremi di deposito presso il Genio Civile, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio recante gli estremi di deposito, per l'acquisizione d'ufficio ai sensi del D.P.R. n° 445/2000; 6. certificato del competente ufficio tecnico della regione, di cui all'articolo 62 del D.P.R. 380/2001, attestante la conformità delle opere eseguite nelle zone sismiche; 7. dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche; 8. dichiarazione di conformità alle norme in materia igienico-sanitaria e di prevenzione incendi; La dichiarazione di agibilità è immediatamente efficace ed abilita all'utilizzo dell'immobile sin dalla data della sua presentazione presso il SUAP competente.
Procedimento di verifica della regolarità formale e sostanziale delle autocertificazioni. In caso di regolarità si procede con l' accertamento dei requisiti dichiarati. In caso di irregolarità si procede con il provvedimento interdittivo. (comunicazione di avvio procedimento, se non si regolarizza entro 30 giorni si procede con la conclusione del procedimento con l'emanazione di un provvedimento interdittivo).

Requisiti

Requisiti previsti dalle Leggi e normative di settore.

Costi

Diritti di istruttoria Pari ad Euro 30,00

Normativa

L.R. 3/2008, art. 1, commi 26-27

Documenti da presentare

Vedasi normativa di settore

Termini per la presentazione

Vedasi normativa di Settore

Incaricato

Stefania Cortopassi; 070 85954260; fax 07085954279; mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Tempi complessivi

60 giorni

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte;

Apertura al pubblico:Ufficio Suap; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:30 alle 13:30, martedì dalle 15:45 alle 17:15;

mail: commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Comunicazione: rilascio ricevuta tramite il portale regionale;

Denuncia inizio attività;

Modulistica e info reperibile sul sito www

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto