Vai a sottomenu e altri contenuti

Grandi strutture di vendita e centri commerciali

Le grandi strutture di vendita sono esercizi per il commercio al dettaglio, poste su area privata, aventi superficie di vendita superiore a: a) 800 mq nei comuni con popolazione residente sino a 5.000 abitanti; b) 1.200 mq nei comuni con popolazione residente tra 5.000 e 10.000 abitanti; c) 1.800 mq nei comuni con popolazione residente tra 10.000 e 50.000 abitanti; d) 2.500 mq nei comuni con popolazione residente superiore a 50.000 abitanti. Il parametro fondamentale per distinguere le varie tipologie di esercizio commerciale è la superficie di vendita. Ai sensi dell'art. 3 della L.R. n° 5/2006, per superficie di vendita di un esercizio commerciale deve intendersi l'area destinata all'esposizione ed alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili. Non costituisce superficie di vendita esclusivamente quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi, nonché quella antistante la barriera casse quando non ospiti prodotti destinati alla vendita. Nel caso di locali destinati alla vendita di prodotti ingombranti, non immediatamente amovibili ed a consegna differita (quali mobilifici, concessionarie auto, nautica, legnami, materiali per l'edilizia e similari), la superficie di vendita è computata nella misura di 1/8 della superficie lorda parcabile, quando questa è inferiore a 1500 mq. Tra le grandi strutture di vendita il centro commerciale è quella promossa o progettata o realizzata o gestita con una politica commerciale unitaria, con più esercizi commerciali, inseriti in una o più strutture funzionalmente collegate, anche se separate da strade o spazi pubblici, indipendentemente dalla loro destinazione urbanistica e dall'eventuale presenza di altre tipologie di attività. La sua superficie è data dalla somma delle superfici di vendita degli esercizi commerciali in esso presenti. Per l'esercizio dell'attività di un centro commerciale si deve fare riferimento a un doppio titolo abilitativo: vi sarà infatti un titolo complessivo, riferito all'intero centro commerciale, e un titolo abilitativo per ognuno dei singoli esercizi in esso inseriti. Il commercio può essere esercitato con riferimento a due soli settori merceologici: alimentare e non alimentare. All'interno delle due categorie merceologiche, fatti salvi i requisiti igienico sanitari non vi è alcuna distinzione della tipologia d'esercizio, a seconda dei prodotti effettivamente venduti.per avviare l'attività di Grandi strutture di vendita si applica il procedimento in immediato avvio. Ciò significa che sarà necessario presentare una dichiarazione autocertificativa al SUAP e l'apertura sarà possibile sin dal momento della trasmissione della documentazione.

Requisiti

*Requisiti previsti dalle Leggi e normative di settore.

Costi

Diritti di istruttoria Pari ad Euro 15,00

Normativa

dpr 447/1998 L.R. n° 5/2006 - D.Lgs. n° 59/2010

Documenti da presentare

Dichiarazione autocertificativa al SUAP con modulistica e allegati previsti dalle leggi e normativa di settore. L'apertura è prevista solo a seguito di una procedura in speciale CdS

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Stefania Cortopassi; 070 85954260; fax 07085954279; mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Tempi complessivi

Procedura in speciale CdS

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte;

Apertura al pubblico:Ufficio Suap; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:30 alle 13:30, martedì dalle 15:45 alle 17:15;

mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Comunicazione: Emissione provvedimento Unico;

Modulistica e info reperibile sul sito www.sardegnaimpresa.eu nella Sezione Suap Modulistica

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto