Vai a sottomenu e altri contenuti

Panificio

Il presente procedimento si applica all'apertura, subingresso, trasferimento, variazioni e cessazione dell'attività dei Panifici. L'art. 14, comma 1, legge 580/1967, definisce pane il prodotto ottenuto dalla cottura totale o parziale di una pasta convenientemente lievitata, preparata con sfarinati di grano, acqua e lievito, con o senza aggiunta di sale comune (cloruro di sodio). L'attività di panificazione è disciplinata dalla L. 4.08.2006 n. 248 conversione in Legge del D.L. 223/06). Con l'articolo 4 del testo coordinato del decreto viene abrogata la legge del 1956 che poneva un limite quantitativo alla produzione di pane e al numero dei panifici nei singoli comuni e subordinava l'esercizio dell'attività ad una autorizzazione e ad una licenza rilasciate dalla Camera di Commercio. Dal 4 luglio 2006 per aprire un nuovo panificio e trasformare impianti esistenti è necessario presentare una dichiarazione di inizio attività al Comune, corredata della necessaria documentazione. Occorre tenere distinta l'attività di produzione del pane, soggetta alla procedura di cui alla presente scheda, dall'attività di mera rivendita, soggetta alla disciplina della vendita di generi alimentari. Un'impresa esercente l'attività di panificazione può essere a carattere artigianale o industriale. Ai sensi dell'art. 2 della L. 443/85 ''Legge quadro per l'artigianato'', si definisce imprenditore artigiano ''colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare, l'impresa artigiana, assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri ed i rischi inerenti alla sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo''. Ai sensi dell'art. 3, è artigiana l'impresa che, esercitata dall'imprenditore artigiano nei limiti dimensionali di cui alla L. 443/85, abbia per scopo prevalente lo svolgimento di una attività di produzione di beni, anche semilavorati, o di prestazioni di servizi, escluse le attività agricole e le attività di prestazioni di servizi commerciali, di intermediazione nella circolazione dei beni o ausiliarie di queste ultime, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, salvo il caso che siano solamente strumentali e accessorie all'esercizio dell'impresa. Si definisce inoltre artigiana l'impresa che, nei limiti dimensionali di cui alla L. 443/85 e con gli scopi di cui sopra, è costituita ed esercitata in forma di società, anche cooperativa, escluse le società a responsabilità limitata e per azioni ed in accomandita semplice e per azioni, a condizione che la maggioranza dei soci, ovvero uno nel caso di due soci, svolga in prevalenza lavoro personale, anche manuale, nel processo produttivo e che nell'impresa il lavoro abbia funzione preminente sul capitale. per avviare l'attività di Panificio si applica il procedimento in immediato avvio. Ciò significa che sarà necessario presentare una dichiarazione autocertificativa al SUAP e l'apertura sarà possibile sin dal momento della trasmissione della documentazione.
Tuttavia esso potrebbe essere soggetto a procedimenti diversi (immediato avvio a 20 giorni o Conferenza di Servizi) qualora l'intero intervento da realizzare comprendesse altri procedimenti più complessi (interventi edilizi, vincoli,…).

Requisiti

Requisiti previsti dalle Leggi e normative di settore.

Costi

Diritti di istruttoria Pari ad Euro 5,00 per pratiche in immediato avvio, Euro 15,00 èer pratiche in conferenza di servizi

Normativa

L.R. 05.03.2008 N. 3 ''Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (Legge finanziaria 2008)'' e s.m.i.
D. G.R. 11 aprile 2008 n. 22/1 Circolare applicativa dell'art. 1, commi 16 - 32 della L.R. 5.3.2008, n. 3. Sportello unico delle attività produttive (SUAP): Semplificazione e accelerazione delle procedure amministrative relative alle attività produttive di beni e servizi. Dettaglio Delibera n. 22/1 del 2008 All. 1 e 2 D.GR. 22/1
D.Lgs. n° 6 del 17-1-2003
D.Lgs. n°391 del 23-11-1991
D.Lgs. n° 193 del 6-11-2007
DPR n° 348 del 19.06.1979 - art. 50
DPR n° 616 del 24.07.1977
L. n° 580 del 04.07.1967
L. n°443 del 8-8-1985
L. 248/2006 art. 4

Documenti da presentare

Dichiarazione autocertificativa al SUAP con modulistica e allegati previsti dalle leggi e normativa di settore.

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Stefania Cortopassi; 070 85954260; fax 07085954279; mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it; pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Tempi complessivi

60 giorni

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg
 

Note

Informazioni sul procedimento:

Procedimento ad istanza di parte

Apertura al pubblico:Ufficio Suap; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:30 alle 13:30, martedì dalle 15:45 alle 17:15;

mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it; pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Comunicazione: Ricevuta tramite Portale oppure Emissione Provvedimento unico Finale

Denuncia inizio attività;

Modulistica e info reperibile sul sito www.sardegnaimpresa.eu nella Sezione Suap Modulistica

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto