Vai a sottomenu e altri contenuti

Tintolavanderie

Costituisce esercizio dell'attività professionale di tintolavanderia l'attività dell'impresa costituita e operante ai sensi della legislazione vigente, che esegue i trattamenti di lavanderia, di pulitura chimica a secco e ad umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini, di indumenti, capi e accessori per l'abbigliamento, di capi in pelle e pelliccia, naturale e sintetica, di biancheria e tessuti per la casa, ad uso industriale e commerciale, nonché ad uso sanitario, di tappeti, tappezzeria e rivestimenti per arredamento, nonché di oggetti d'uso, articoli e prodotti tessili di ogni tipo di fibra''. Per ogni sede dell'impresa dove viene esercitata l'attività di tinto lavanderia deve esse designato un responsabile tecnico (che può essere il titolare, un socio partecipante al lavoro, un collaboratore familiare, un dipendente) in possesso di appositi requisiti professionali, previsti dalla legge 27 febbraio 2006, n. 84. Le Regioni dovranno definire i criteri per l'esercizio delle funzioni amministrative dei Comuni. Sono previste norme transitorie per le imprese già operanti nel settore alla data di entrata in vigore della legge (28 marzo 2006): tali imprese sono infatti autorizzate a continuare a svolgere l'attività di tinto lavanderia, ma, entro tre anni dalla medesima data (28 marzo 2009), sono tenute a designare il responsabile tecnico in possesso dell'idoneità professionale. In sede di prima attuazione della legge tutti i soggetti operanti presso imprese del settore possono far valere i periodi di inserimento maturati presso le predette imprese e gli eventuali diplomi o attestati posseduti al fine di conseguire l'idoneità professionale. Le Regioni dovranno definire i criteri e i termini per l'adeguamento delle imprese alle disposizioni regionali e amministrative e ai requisiti stabiliti dalla legge.

Requisiti

Requisiti previsti dalle Leggi e normative di settore.

Costi

Diritti di istruttoria Pari ad Euro 5,00

Normativa

Legge n. 84/2006 - D.Lgs 59/2010 - 2005; D.Lgs. n. 147/2012

Documenti da presentare

Dichiarazione autocertificativa al SUAP con modulistica e allegati previsti dalle leggi e normativa di settore.

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Stefania Cortopassi; 070 85954260; fax 07085954279; mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Tempi complessivi

60 giorni

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte;

Apertura al pubblico:Ufficio Suap; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:30 alle 13:30, martedì dalle 15:45 alle 17:15;

mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Comunicazione: ricevuta telematica del SUAP;

Denuncia inizio attività;

Modulistica e info reperibile sul sito www.sardegnaimpresa.eu nella Sezione Suap Modulistica

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto