Vai a sottomenu e altri contenuti

Utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e di sanse umide e Dichiarazione dei titolari dei siti di spandimento delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e di sanse umide.

Presso ogni frantoio oleario della Sardegna deve essere presente un registro di lavorazione contenente tutti i dati relativi alle operazioni di molitura mensili, composto da fogli numerati e vidimati dal Sindaco del Comune, che dovrà essere reso disponibile ad ogni controllo da parte delle autorità competenti. Il legale rappresentante del frantoio oleario che intende avviare allo spandimento le acque di vegetazione e le sanse umide è tenuto a presentare comunicazione preventiva al sindaco del Comune in cui è ubicato il terreno, almeno 30 giorni prima dell'inizio dello spandimento.
L'attività di stoccaggio delle acque è consentita per un periodo non superiore a 90 giorni e i contenitori relativi a tale attività potranno essere ubicati sia all'interno del frantoio che in altre località.
Lo spandimento delle acque di vegetazione e delle sanse umide deve essere praticato nel rispetto dei criteri generali di utilizzazione delle risorse nutritive ed ammendanti e dell'acqua in esse contenute e deve essere realizzato assicurando una idonea distribuzione ed incorporazione delle sostanze sui terreni in modo da evitare conseguenze tali da mettere in pericolo l'approvvigionamento idrico, nuocere alle risorse viventi e al sistema ecologico.
Sulla base della sussistenza o meno dei requisiti richiesti, del rispetto delle modalità di stoccaggio, nonchè del trasporto e spandimento, il Comune emette un provvedimento col quale concede o respinge l'autorizzazione e, almeno tre volte l'anno, effettua i controlli.
Entro il 31 ottobre di ogni anno il Sindaco del Comune deve trasmettere alla Regione, su supporto informatico, una copia di ciascuna comunicazione preventiva, una relazione tecnica, un elenco delle eventuali violazioni accertate e le sanzioni emesse.

Requisiti

Previsti dalle Leggi e normative di settore.

Costi

Diritti di istruttoria Pari ad Euro 5,00

Normativa

Delibera della Giunta Regionale n. 62/13 del 27/12/2005
- Decreto Legislativo n. 152 del 3/4/2006
- Circolare del 9/10/2008 - adempimenti dei sindaci dei comuni della Sardegna; Legge n° 574/1996 - D.M. 06/07/2005

Documenti da presentare

Dichiarazione autocertificativa al SUAP con modulistica e allegati previsti dalle leggi e normativa di settore.

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Stefania Cortopassi; 070 85954260; fax 07085954279; mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it; pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Tempi complessivi

60 gg

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg
 

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte;

Apertura al pubblico:Ufficio Suap; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:30 alle 13:30, martedì dalle 15:45 alle 17:15;

mail:commercio@comune.quartucciu.ca.it pec: suap.quartucciu@legalmail.it

Comunicazione: ricevuta telematica del SUAP;

Denuncia inizio attività;

Modulistica e info reperibile sul sito www.sardegnaimpresa.eu nella Sezione Suap Modulistica.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto