Vai a sottomenu e altri contenuti

Attestazioni per acquisto, perdita e riacquisto della Cittadinanza Italiana

L'Ufficiale di stato civile accertata la sussistenza delle condizioni previste, ai sensi dell'art. 16 del D.P.R. N° 572, derivanti da automatismo di legge per l'attribuzione, la perdita e il riacquisto della cittadinanza italiana, inoltra all'Autorità competente la richiesta di accertamento. Il Sindaco è competente ad accertare per le persone residenti e che hanno reso dichiarazione per:
1. acquisto di cittadinanza a seguito riconoscimento di figlio naturale riconosciuto o giudizialmente dichiarato;
2. rinuncia alla cittadinanza da parte dell'adottato in casi in cui tale adozione è stata revocata nei termini di legge;
3. dichiarazione di acquisto della cittadinanza resa tra il 18° e il 19° anno di età dallo straniero, con ascendente sino al 2° grado cittadino italiano per nascita, residente da oltre 2 anni in Italia;
4. dichiarazione di acquisto della cittadinanza da parte dello straniero nato e ininterrottamente residente legalmente in Italia, al compimento dei 18 anni e con istanza prima de 19° anno;
5. dichiarazione di rinuncia alla cittadinanza in alcuni casi;
6. dichiarazione di riacquisto della cittadinanza italiana resa entro il primo anno di residenza in Italia; dichiarazione di rinuncia all'acquisto automatico della cittadinanza resa entro il primo anno di residenza in Italia;
7. dichiarazione di rinuncia alla cittadinanza acquisita nella minore età in quanto figlio convivente con genitore che ha acquistato o riacquistato la cittadinanza, sempre che possa dimostrare che ha un'altra cittadinanza
8. dichiarazione di riacquisto persa prima del 01/01/1948 per effetto di matrimonio o di mutamento da parte del marito
Il Sindaco è competente ad attestare per le persone residenti e per quelle iscritte nell'AIRE
1. l'acquisto automatico in caso di riconoscimento o dichiarazione giudiziale di paternità o maternità intervenuto nella minore età;
2. l'acquisto automatico in caso di adozione in casi particolari nonché la sua revoca per causa dell'adottato
3. perdita della in caso di attività incompatibili con gli interessi dello stato
4. acquisto automatico per il decorso di un anno di residenza in Italia
5. acquisto automatico del figlio minore convivente con il genitore che acquista o riacquista la c.i.
6. perdita in base alla convenzione di Strasburgo

L'Ufficiale di stato civile provvede alla trascrizione nei Registri di cittadinanza l'attestazione ricevuta, alle relative annotazioni da fare o comunicare all'Ufficiale di stato civile competente - nel caso il cittadino sia nato in altro Comune italiano - l'annotazione da fare sul relativo atto di nascita; trascrive l'atto di nascita del cittadino e esegue la relativa annotazione che determina un cambiamento di status: in questo caso della cittadinanza e fa le dovute comunicazione all'Ufficio Anagrafe.

Requisiti

*

Costi

Le istanze di parte volte all'acquisto della cittadinanza prevedono il versamento di un contributo di 200,00 euro in un conto corrente intestato del Ministero dell'Interno.

Normativa

Legge n° 23 del 31/01/1901 sulle migrazioni
Legge n° 555 del 13/06/1912
Costituzione della Repubblica Italiana
Legge n° 151 del 19/05/1975
Legge n° 123/1983
Legge n° 180/1986
Legge n° 184/1983 - Disciplina dell'adozione dei minori e successive Circolari vari Ministeri
Legge n° 91/1992 e successivo D.P.R. n° 572/1993
Varie Circolari Ministero Grazia e Giustizia e dell'Interno attinenti ed esplicative.

Documenti da presentare

*

Incaricato

Ufficiale di stato civile; tell:070-85954226; 070-85954213; 070-85954217; fax 070-85954216; e.servizidemografici@comunediquartucciu.eu

Tempi complessivi

90 giorni

Termini e modalità di ricorso

 *

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta:Istanza di parte laddove non vi è un automatismo di legge;

Apertura al pubblico:Ufficio Anagrafe: tutti i giorni dalle 11:00 alle 13:00, martedì dalle 15:30 alle 17:00;

mail:affarigenerali@comune.quartucciu.ca.it

Comunicazione: Le attestazioni per l'acquisto, la perdita, la rinuncia e il riacquisto della cittadinanza italiana comportano sempre la formazione da parte dell'Ufficiale di stato civile di un atto, dopo aver acquisito la documentazione necessaria ed aver verificato i requisiti di legge; tali attestazioni quindi non sono dovute soltanto ad automatismi di legge ma devono essere fatta ogni volta che si cambia lo status del cittadino rispetto alla sua cittadinanza.

Istanza della parte interessata con tutti i documenti che si ritengono utili a corredo della istanza in base alla tipologia della stessa.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto