Vai a sottomenu e altri contenuti

Riconoscimento cittadinanza italiana Iure sanguinis

Il cittadino straniero discendente di emigrato italiano, che non si è naturalizzato straniero e per il quale non è intervenuta alcuna interruzione nel ramo discendente, possono chiedere il riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana jure sanguinis dalla nascita secondo le indicazioni della Circolare Ministero dell'interno n. K 28.1 dell'8 aprile 1991. - L'interessato deve esprimere la volontà di ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza anagrafica, presentando istanza in bollo, indirizzata al Sindaco e allegando tutta la documentazione prevista dalla Circolare del Ministero dell'Interno n.K28.1/91. - Deve dichiarare inoltre l'esistenza di eventuali figli minori residenti allegando, in tal caso, la copia integrale dell'atto di nascita degli stessi - ciò in quanto il riconoscimento della cittadinanza italiana comporta l'estensione della stessa anche ai figli minori residenti.

Requisiti

*

Costi

Nessun costo;

Normativa

DPR 396/2000 - - L. 555/1912 e L. 91/92 - D.P.R. 12.10.1993 n. 572 - Circolare del Ministero dell'Interno K 28.1 dell'08/04/1991

Documenti da presentare

1. Atti di nascita dei discendenti in linea retta compreso quello del richiedente - - 2. Atto di matrimonio dell'avo italiano emigrato all'estero - - 3. Atti di matrimonio dei discendenti in linea retta compreso quello dei genitori del richiedente - - 4. Certificato rilasciato dalle competenti autorità dello Stato estero di emigrazione attestante che l'avo italiano emigrato dall'Italia non acquistò la cittadinanza dello Stato estero, anteriormente alla nascita del richiedente e del suo ascendente - - 5. Documento rilasciato dalla competente autorità consolare italiana attestante che né gli ascendenti in linea retta, né il richiedente hanno mai rinunciato alla cittadinanza italiana - - 6. Fotocopia del passaporto in corso di validità.

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Anna Maria Madeddu; tell:070-85954226; 070-85954213; 070-85954217; fax 070-85954216; mail:demografiquartucciu@tiscali.it;

Tempi complessivi

180 giorni dal ricevimento dell’ istanza.

Termini e modalità di ricorso

 Avverso il provvedimento di rifiuto da parte dell'ufficiale di stato civile, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale di Cagliari ai sensi dell'Art. 95 D.P.R. 396/2000.

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte;

Apertura al pubblico: Ufficio Anagrafe: tutti i giorni dalle 11:00 alle 13:00, martedì dalle 15:30 alle 17:00;

Comunicazione: Provvedimento con cui si accerta la sussistenza delle condizioni che la legge stabilisce per il riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana ad origine/ diniego.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto