Vai a sottomenu e altri contenuti

Rilascio di certificati anagrafici, anche per corrispondenza. Servizio a domicilio

I certificati anagrafici attestano fatti, stati e qualità personali desumibili dagli archivi anagrafici e hanno validità 6 mesi dal rilascio.
Sono degli atti in base ai quali il cittadino dimostra di possedere una serie di requisiti relativi alla sua persona o status. Vengono rilasciati sia ai cittadini residenti all´A.P.R. (Anagrafe della Popolazione Residente) che a quelli iscritti all' A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero).
I certificati più richiesti dai cittadini sono quelli di Stato Civile (nascita, matrimonio, morte) e quelli Anagrafici (residenza, stato di famiglia ecc.).
Particolare tipo di certificazione è l'anagrafico di nascita che può essere richiesto da persone residenti nel Comune la cui nascita non è stata trascritta nei Registri di Stato Civile.
Il certificato anagrafico tuttavia non ha lo stesso valore di un certificato di Stato Civile poiché i dati in esso riportati non sono desunti dall'atto di nascita ma da quelli formati in Anagrafe al momento dell'iscrizione.
I certificati che attestano stati e fatti non soggetti a modificazioni (es. nascita, morte) hanno validità illimitata. Tutti gli altri hanno una validità di 6 mesi.
Ai fini della tutela della riservatezza negli stati di famiglia rispecchianti la composizione della famiglia ai soli fini anagrafici non vengono più riportate le indicazioni relative ai rapporti di parentela affinità o convivenza salvo esplicita richiesta del richiedente la cui identità dovrà essere accertata e registrata dall'operatore.
A seguito della entrata in vigore della legge di stabilità (L. 183/2011), dal 1° gennaio 2012 agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni (art. 40, D.P.R. 445/2000) . Pertanto, gli uffici possono rilasciare i certificati di stato civile e di anagrafe soltanto ad uso privato. I certificati saranno utilizzabili esclusivamente nei rapporti tra privati e dovranno riportare, pena la loro nullità, la dicitura: '' Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi''.
Questo comporta che per i certificati dell'anagrafe (residenza, stato di famiglia, contestuali, esistenza in vita, eccetera) è previsto in ogni caso il pagamento dell'imposta di bollo (art. 4 della tariffa alleg. A al D.P.R. 642/1972) e dei diritti di segreteria: sono previste esenzioni da questa imposta in relazione all'uso cui è destinato il certificato o l'autenticazione. L'istanza per i certificati anagrafici viene effettuata personalmente da privati cittadini tramite servizio postale o da soggetti pubblici tramite PEC..
Si ricorda comunque che il cittadino può sempre presentare le autocertificazioni anche quando abbia a che fare con istituzioni private: banche, assicurazioni, agenzie d'affari, poste italiane, ecc (art. 2, D.P.R. 445). L'autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. 445) ma non è soggetta a nessun pagamento (nessuna imposta di bollo né diritto di segreteria) e non è necessaria l'autenticazione della firma.

Requisiti

*

Costi

Il rilascio dei certificati anagrafici è soggetto all'imposta di bollo e al pagamento dei diritti di segreteria.

Normativa

D.P.R. n. 642 del 26 ottobre 1972 - Disciplina dell'imposta di bollo D.M. del 20 agosto 1992 Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 1989 n.223 Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000 - legge 183 del 2011 - Regolamento Comunale approvato con delibera G.C. n. 167 del 19.07.2001.

Documenti da presentare

Istanza del richiedente e se non si tratta del soggetto stesso cui si riferisce il certifcato, specificazione dei motivi a sostegno della richiesta stessa.

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Incaricato del Sindaco; tell:070-85954226; 070-85954213; 070-85954217; fax 070-85954216; e-mail: demografiquartucciu@tiscali.it;

Tempi complessivi

Contestuale alla richiesta ovvero entro 30 giorni qualora emergano elementi ostativi.

Termini e modalità di ricorso

 Avverso il rifiuto opposto dall'ufficiale di anagrafe al rilascio dei certificati anagrafici e in caso di errori contenuti in essi, l'interessato può produrre ricorso al prefetto.

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: ad istanza di parte.

Apertura al pubblico: Ufficio Anagrafe: tutti i giorni dalle 11:00 alle 13:00, martedì dalle 15:30 alle 17:00;

Comunicazione: Rilascio/ spedizione del certificato certificato .

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto