Vai a sottomenu e altri contenuti

Separazione; Accordi di separazione; Accordi di scioglimento o di cessazione di effetti civili del matrimonio con procedura semplificata direttamente all’ufficio dello stato civile

I coniugi i quali ritengano che il loro matrimonio non abbia più quei presupposti che ne determinarono la stipulazione e intendano dunque far cessare i suoi effetti, possono concludere un accordo di separazione personale, ovvero di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, nonché delle condizioni di modifica di separazione o di divorzio, innanzi al Sindaco quale Ufficiale dello stato civile, con l'assistenza facoltativa di un avvocato. A presupposto del divorzio resta, in ogni caso, la precedente separazione dei coniugi, sia essa giudiziale o consensuale. Lo stato di separazione deve essersi protratto, senza interruzioni, per almeno tre anni dalla comparizione dei coniugi davanti al giudice. Quando la procedura di si svolge davanti all'ufficiale di stato civile, il termine di tre anni decorre, rispettivamente, dalla data dell'atto di separazione concluso davanti all'ufficiale di stato civile.
Si potrà fare separazione e divorzio consensuali presso l'ufficio di stato civile, esclusivamente qualora non ci siano:
a) figli minori anche di una sola delle parti
b) figli incapaci o portatori di handicap grave ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 anche di una sola delle parti
c) figli maggiorenni economicamente non autosufficienti anche di una sola delle parti;
non vi sia alcun atto di disposizione patrimoniale ad esempio relativo alla casa di proprietà, l'assegno di mantenimento, divisioni di risorse economiche ecc. La procedura davanti all'ufficiale di stato civile prevede questi passaggi:
a) presentazione dell'istanza da parte di uno o entrambi i coniugi, su modulistica predisposta dall'ufficio stato civile;
b) stipula dell'accordo: l'ufficiale di stato civile fissa un appuntamento, al quale si presenteranno personalmente e congiuntamente entrambi i coniugi, soli o con l'assistenza facoltativa di un avvocato, per rendere la dichiarazione di accordo per la separazione, cessazione degli effetti civili del matrimonio o scioglimento, modifica delle condizioni di separazione o divorzio. Viene così redatto l'atto contenente l'accordo, sottoscritto dalle parti e dall'ufficiale dello stato civile, che immediatamente procede all'iscrizione negli appositi registri. A conclusione dell'incontro si stabilisce un ulteriore appuntamento per la conferma dei patti sottoscritti, in un termine non inferiore ai trenta giorni dalla data dell'accordo già firmato.
c) conferma dell'accordo: i coniugi devono presentarsi congiuntamente e personalmente davanti all'ufficiale di stato civile, alla data stabilita, per la conferma della volontà di separarsi o divorziare. Da questo momento la separazione consensuale/scioglimento/ cessazione degli effetti civili del matrimonio tra i coniugi diventa definitiva. Seguono le annotazioni negli atti di matrimonio e nascita degli interessati e le registrazioni anagrafiche. Se i dichiaranti non si presentano nella data stabilita per la conferma dell'accordo di separazione, la procedura sarà comunque archiviata con un atto di stato civile. In tal caso non si provvede ad alcuna annotazione.

La conferma dell'accordo non è prevista nei casi di sole modifiche delle condizioni di separazione o divorzio.

Requisiti

*

Costi

Bollo, 16 euro.

Normativa

Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito con modificazioni dalla Legger 10 novembre 2014, n. 162; la circolare Ministero dell'Interno - Direzione Centrale dei Servizi Demografici - n.
19/2014 in data 28.11.2014

Documenti da presentare

Richiesta degli sposi; se fatta in comune diverso da quello depositario dell'atto di matrimonio iscritto o trascritto, omologa del Tribunale che ha disposto la separazione

Termini per la presentazione

*

Incaricato

Anna Maria Madeddu; tell:070-85954226; 070-85954213; 070-85954217; fax 070-85954216; mail:demografiquartucciu@tiscali.it;

Tempi complessivi

non meno di 30 giorni dalla redazione del primo accordo

Termini e modalità di ricorso

-

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: Richiesta congiunta di entrambi i coniugi che può essere presentata nel Comune
a) In cui è residente uno dei coniugi
b) In cui è iscritto l'atto di matrimonio a seguito di celebrazione
c) In cui è trascritto l'atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso
d) In cui è trascritto il matrimonio celebrato all'estero

Apertura al pubblico: Ufficio Anagrafe: tutti i giorni dalle 11:00 alle 13:00, martedì dalle 15:30 alle 17:00;

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto