Vai a sottomenu e altri contenuti

Comunicazione denuncia cessione fabbricato

La comunicazione di cessione fabbricato è un obbligo che riguarda chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente l'uso esclusivo di un immobile o di parte di esso.
Prevista dall'art. 12 del Decreto legge 59/78, convertito in legge 191 dello stesso anno (Legge 18 maggio 1978, n. 191), è stata sostanzialmente assorbita dalla registrazione dei contratti riferiti all'immobile (vendita , locazione ecc.). La legge lascia intatto l'obbligo di comunicazione solo nel caso in cui ''''venga concesso il godimento del fabbricato o di porzione di esso sulla base di un contratto, anche verbale, non soggetto a registrazione in termine fisso'''', per cui ammette anche una forma di comunicazione telematica, da stabilire con apposito decreto.
E' confermato l'obbligo di comunicazione stabilito dall'articolo 7 del T.U. 286/98, per gli stranieri ossia i cittadini extracomunitari.

Requisiti

*

Costi

*

Normativa

D.L. 21.03.1978 n. 59, Legge 18 maggio 1978 n 191

Documenti da presentare

Contratto registrato all'Agenzia delle Entrate e i documenti delle parti.

Incaricato

Com Giovanni Nateri; tel: 07085954268; 07085954246; 07085954242; 07085954240; cell: 3346455087

Tempi complessivi

entro 48 ore dalla cessione

Termini e modalità di ricorso

Ricorso amministrativo davanti al TAR entro 60 gg o al Presidente della Repubblica entro 120 gg
 

Note

Informazioni sul procedimento:

Richiesta: Ad istanza di parte;

iL proprietario dell'immobile deve presentarsi all'Autorità di P.S. di competenze (Questura/Commissariato o in Comune in caso di mancanza di questi Uffici ) a seconda dell'ubicazione dell'immobile e dichiarare la presenza dello straniero, presentando il contratto registrato all'Agenzia delle Entrate e i documenti di entrambi.

Orari al pubblico: lun,merc,venerdì: 10:30-12.30; martedì: 15:45-17:15;

Comunicazione: rilascio ricevuta presentazione denuncia;

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
LEGGE 18 maggio 1978, n. 191 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 marzo 1978, n. 59, concernente norme penali e processuali per la prevenzione e la repressione di gravi reati. (GU n.137 del 19-5-1978 ) Formato pdf 20 kb
DECRETO-LEGGE 21 marzo 1978, n. 59 Norme penali e processuali per la prevenzione e la repressione di gravi reati convertito con modificazioni dalla L. 18 maggio 1978, n. 191 Formato pdf 33 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto